UILCOM Sicilia

HOME CONTATTI CON UILCOM SICILIA DOVE SIAMO CERCA SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK
UILCOM SICILIA
 

 

 

 

Sei qui: Home » Notizie » News ed eventi »

giovedì 21 febbraio 2019

Siglato l'Accordo Quadro sui Call Center

Siglato l'Accordo Quadro sui Call Center

Sottoscritto oggi da Asstel, l’associazione che in Confindustria rappresenta l’intera Filiera delle Tlc, e le Organizzazioni Sindacali Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, l'"Accordo quadro sui principi e regole per il funzionamento delle attività del settore dei servizi di Customer care” 

Costo orario del lavoro calcolato sulla base del contratto nazionale delle Tlc, tutela del rapporto di lavoro in caso di cambi di appalto, linee guida in materia di nuove tecnologie, stop al dumping contrattuale, superamento del principio di gratuità, formazione in chiave di competenze digitali. E la creazione di un Fondo di Solidarietà per la filiera delle Tlc. Questi, in sintesi, i punti chiave delle azioni messe nero su bianco nell’“Accordo quadro sui principi e regole per il funzionamento delle attività del settore dei servizi di Customer care” sottoscritto oggi da Asstel, l’associazione che in Confindustria rappresenta l’intera Filiera delle Tlc, e le Organizzazioni Sindacali Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil.

Salvo Ugliarolo, Segretario Generale di Uilcom-Uil definisce l’accordo raggiunto “un patto di sistema” che punta a “dare slancio e serenità al settore”. Ugliarolo ha insistito molto sulla necessità di istituire il Fondo di solidarietà “al fine di accompagnare i processi di riorganizzazione e sostenere anche e soprattutto le attività di formazione”.

 

I PRINCIPALI PUNTI DELL’ACCORDO QUADRO

- COSTO ORARIO DEL LAVORO (attività inbound)

Le parti concordano che nel settore delle Tlc le aziende committenti dovranno fare riferimento per i nuovi affidamenti in outsourcing, in appalto e/o subappalto, dei propri servizi di customer care ad un costo medio del lavoro così come definito, sulla base di quanto previsto dal Ccnl Tlc, ai sensi del decreto direttoriale del ministero del lavoro n. 123 del 2017 e successive modifiche e integrazioni.

 

- DUMPING CONTRATTUALE

Le parti confermano che le aziende committenti e fornitrici prevedano l’applicazione, negli affidamenti in appalto e/o subappalto, per le attività svolte con lavoratori subordinati, del Ccnl Tlc o altro equivalente nella parte economica e normativa e, per le attività svolte con i collaboratori coordinati e continuativi, l’applicazione dell’accordo collettivo per la disciplina delle collaborazioni nelle attività di vendita di beni e servizi e di recupero crediti realizzati attraverso attività di call center outbound. Inoltre le parti si impegnano, negli ambiti di propria competenza e in maniera congiunta, a porre in essere azioni anche sollecitando l’intervento degli organi istituzionali competenti per contrastare la proliferazione e/o l’applicazione di contratti di dumping e/o stipulati da soggetti non dotati dei necessari requisiti di rappresentatività.

- FONDO DI SOLIDARIETA’ PER LA FILIERA TLC

Considerato il quadro complessivo relativo agli effetti della trasformazione digitale del lavoro in corso nella filiera tlc, le parti ritengono necessario individuare degli strumenti di supporto alle politiche attive e passive del lavoro per accompagnare i processi di riorganizzazione necessari. A tal fine le parti intendono promuovere, anche nell’ambito del negoziato per il rinnovo del Ccnl Tlc la costituzione di un Fondo di solidarietà per la filiera Tlc, che pur in un quadro di applicazione più ampia all’interno di tutta la filiera Tlc, sia in grado di supportare anche le specificità del settore dell’outsourcing di servizi di Crm/Bpo. Le parti ritengono che la capacità dio azione del Fondo, considerate le necessità di tutta la filiera Tlc, sarebbe sicuramente accelerata, anche temporalmente, attraverso un intervento pubblico di sostegno all’operatività del fondo stesso.

 

IL TESTO INTEGRALE DELL’ACCORDO QUADRO

 

#CallCenter #UILCOM #TLC #ACCORDOQUADRO #CustomerCare #CRM #UILCOMSICILIA #Ugliarolo #Asstel